Articoli nella categoria ‘Altro’

Per essere felici…

Scritto il 11 giugno 2018 nella categoria Altro

Per essere felici bisogna allenarsi tutti i giorni.
BUONGIORNO!

Commenti

comments

Bandiera bianca

Scritto il 5 giugno 2018 nella categoria Altro

Siamo figli delle stelle e pronipoti di sua maestà il denaro.
Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare quei programmi demenziali con tribune elettorali. 

Commenti

comments

Cuori sotto sfratto

Scritto il 24 maggio 2018 nella categoria Altro

Con i cuori sotto sfratto, siamo quelli segnati dal sogno per l'eternità. Non ci sei, non ci sono, dammi una speranza che mi porti via da qua…

Commenti

comments

Il barbiere di qualità

Scritto il 17 maggio 2018 nella categoria Altro

Ah, bravo Figaro! Bravo, bravissimo; Ah, bravo Figaro! Bravo, bravissimo; A te fortuna (a te fortuna, a te fortuna) non mancherà.Ah, bravo Figaro! Bravo, bravissimo; Ah, bravo Figaro! Bravo, bravissimo; A te fortuna (a te fortuna, a te fortuna) non mancherà.

Commenti

comments

Le cento città – Rapallo

Scritto il 15 maggio 2018 nella categoria Altro

Le Cento Città d'Italia illustrate è una celebre collana di monografie, illustrate con fotografie dei luoghi e dei monumenti notevoli italiani, edita da Sonzogno, con cadenza settimanale, dal 1924 al 1929.

Ce n'è una dedicata a Rapallo e Santa Margherita Ligure

Parla della storia, dei Tigulli, dei Longobardi, di Milano e di Genova, dei Guelfi e dei Ghibellini, la peste, i pirati e tutte le traversie che Rapallo subì nei secoli. poi passa a racocntare la magnificenza di questo centro che pare un anfiteatro naturale, le sue vie (alcune nel frattempo hanno cambiato nome), i suoi negozi, i suoi albeghi che già allora ospitavano tanti turisti e le sue chiese, in primis il duomo decicato ai santi Gervasio e Protasio.

Accenna a due importanti monumenti dell'antichità: il cosiddetto Ponte di Annibale, dove pare transitò il famoso condottiero cartaginese nel 217 a.C. (anche se nella pubblicazione c'è scritto 536 a.C. Un grosso errore) e il Castello, qui chiamato "di Avenaggi", perchè così si chiama il rione di Rapallo dove sorge questa costruzione voluta per contrastare le invasioni saracene.
Prosegue decantando le meravigliose ville e palazzi che facevano di Rapallo, già cento anni fa, un lugo rinomato e ambito, come il Casinò, o la villa dove fu stipulato il trattato tra Italia e Jugoslavia nel 1920 (detto, appunto, "trattato di Rapallo"). Finisce, dopo aver parlato di qualche illustre personaggio rapallese, con la descrizione dei dintorni: dal Santuario di Montallegro, a San Michele di Pagana.

la seconda parte è dedicata a Santa Margherita Ligure, Portofino, San Fruttuoso, Camogli.

Commenti

comments

Frittelle

Scritto il 8 maggio 2018 nella categoria Altro

Oggi è il compleanno della Rita, quindi frittelle per tutti 

Commenti

comments

Trova Milli – 11

Scritto il 5 maggio 2018 nella categoria Altro

Quiz livello "silhouette": trova Millicent

Commenti

comments

Teatro al buio

Scritto il 26 aprile 2018 nella categoria Altro

Siamo stati a Milano, presso l'Istituto dei Ciechi, dove Dialogo nel Buio ha organizzato uno spettacolo di "Teatro al Buio". 
Si tratta di vedere uno spettacolo teatrale… oops, no scusate, vedere non è per niente la parola giusta. Infatti si viene accopagnati da una guida, pochi alla volta, in una sala completamente buia. Per buia intendo… avete presente una stanza quando chiudete le imposte? Di più. Una cantina senza finestre? molto di più. Buio totale. Completo. Non vedevi niente. Zero. Zero assoluto. Potevi chiudere gli occhi, riaprirli e la senzazione era la stessa. Allungare una mano, muovere una gamba, non le vedevi. Buio completo.
E quindi, direte voi, come si fa a vedere lo spettacolo? Appunto, non lo si vede, lo si "partecipa".
Non ci rende conto di dove si è: un teatro? Una stanza? E neppure dove si è seduti: in prima fila? In ultima? Ma le sedie sono disposte a file? Poi ovviamente non si vede l'attore: è alto? Biondo? Giovane? Calvo? Ha la barba?
Si sente solo la sua voce, e quella degli altri presenti che ridono, sussurrano, urlano, parlano. L'attore, o meglio la sua voce, si muove tutto intorno a noi: si avvicina, si allontana, diventa più forte. 
La vista non serve, e quindi si acuiscono gli altri 4 sensi, più il sesto: la fantasia.

Commenti

comments

Trova Milli – 10

Scritto il 23 aprile 2018 nella categoria Altro

Quiz: trova il gatto. Livello 10. Millicent si è nascosta quasi alla perfezione, ma un occhio attento potrà forse scorgerla…

Commenti

comments

Siro del Brallo – Puntata 22 – La pelliccia

Scritto il 17 aprile 2018 nella categoria Altro

Il cavalier Siro ci racconta un aneddoto di quanto voleva regalare la pelliccia alla moglie Rita. 
Siro, furbo, non si è accontentato di acquistarla nel primo negozio…

Commenti

comments

Il mio gatto sta cercando di uccidermi

Scritto il 14 aprile 2018 nella categoria Altro

La regola numero otto parla chiaro: Millicent sta tramando qualcosa….

Commenti

comments

Trova Milli – 9

Scritto il 10 aprile 2018 nella categoria Altro

Quiz: trova il gatto, livello mediofacile. Il mimetismo animale non ha funzionato molto stavolta…

 

Commenti

comments

Facile/Impossibile

Scritto il 6 aprile 2018 nella categoria Altro

Nulla è FACILE
Niente è IMPOSSIBILE
#bepositive

Commenti

comments

nessuno

Scritto il 28 marzo 2018 nella categoria Altro

Piacere io sono Nessuno. Nei miei giorni pesi tu non mi vedevi, non ero nella lista degli attesi. Vengo da una generazione di disillusi. Dal video lesi, educati ad essere ambiziosi e poi scaricati a terra tipo pesi, di zavorra da una mongolfiera, ma ora è la mia era, uscito dall'anonimato con la sensazione di un evaso da galera. Una prigione di ignoranza a cui un tribunale occulto mi diede l'ergastolo, ma io riscrissi il mio capitolo.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo

Commenti

comments

Un panettiere a Damasco

Scritto il 23 marzo 2018 nella categoria Altro

Sono un migrante, sono un cantate, un panettiere a Damasco, una stella distante , un pianoforte scordato dentro una sagrestia, l’avanguardia di guardia davanti alla retrovia.
Come posso io non celebrarti vita… oh vita… oh vita…

Commenti

comments