Articoli del mese di giugno 2005

Referendum 2005

Scritto il 11 giugno 2005 nella categoria Politica

Dunque… dopo avere letto e sentito su questi referendum ho deciso quanto segue:

In primis di andare a votare: concordo con Fini che dire di non votare e’ quantomeno diseducativo e concordo con la Bonino quando dice che quei fetentoni (fetentoni e’ parola mia, non della Bonino) che adesso ci dicono di non andare a votare poi fra un anno (specialmente quelli del centro destra) ci diranno di andare a votare, eccome!!! Quindi non mi va che gente che vive e guadagna milioni grazie ai nostri voti non si deve permettere di dire “non votare”. Se il referendum e’ uno strumento (come in effetti e’) che ha perso la sua validita’, allora che lo si modifichi, ma finche’ c’e’ e io vengo chiamato alle urne, io mi presento…
Vorrei vedere la faccia di Casini se si raggiungesse il quorum (e quindi vincesse il si). Siccome la colpa sara’ anche sua….

Referendum 1: ricerca scientifica sugli embrioni.
Secondo me la ricerca scientifica sugli embrioni non ha portato finora a risultato alcuno, quindi la bandiera sventolata della ricerca mi sembra un’arma debole.
Non mi va che “crioconservino” degli embrioni e non mi va che sia possibile la clonazione, seppure terapeutica, mi fa un certo senso… Anche se so benissimo che prima o poi la faranno e tra cento anni ci rideranno sopra e sembrera’ normalissimo…
Cmq voto NO

Referendum 2. Mi sembra giusto che a queste tecniche possano accedere solo le coppie con problemi di fertilita’ accertati e non a quelle che hanno il grano e quindi si comprano qualsiasi cosa…
In piu’ mi fa abbastanza schifo pensare di poter preparare i figli in laboratorio: lo voglio bello, sano, ecc, mi sembra roba da nazisti, e il bello e’, che in quest’Italia del 2005, queste cose le propongono i comunisti!!! ci sarebbe da ridere!!!
Lo so che anche di questo tra 100 anni ne rideranno e i figli si ordineranno su amazon.com !!! cmq voto NO
A proposito: il fatto che la legge 40 preveda che una volta formati gli embrioni questi debbano essere obbligatoriamente impiantati, bisogna stare attenti: in realta’ e’ vero che la legge lo prevede pero’ non e’coercitiva, quindi non e’ che pigliano la donna a forza e gli impiantano l’embrione con le tenaglie!!!! se la donna dice NO e’ no! (cmq resta il fatto che poteva pensarci prima…!!!!) Ma lo spauracchio paventato da molti rimane solo sulla carta (siamo mica nel medioevo!)

Referendum 4: ecco qui voto SI
Fecondazione eterologa. Innanzi tutto vorrei dire, anche se non c’entra, che vorrei facessero delle leggi per favorire l’adozione, invece che burocratizzarla sempre piu’.
Poi se uno vuole un figlio e ha dei problemi, non vedo che male ci sia usare seme o ovocita di un donatore esterno alla coppia.
Ovviamente per accedere alla fecondazione eterologa bisogna essere una coppia di SESSO DIVERSO, maggiorenne, in ETA’ FERTILE, entrambi viventi, quindi non vedo in questi casi quali problemi esistenziali potra’ mai avere il figlio. Ripeto, io sono dalla parte di quelli che vogliono avere e amare un figlio (non pero’ da acquistare come fosse un cicciobello… bisogna fare la quella scelta nel BENE e nel MALE), quindi se il marito e’ d’accordo e la moglie e’ d’accordo… che male c’e’?

Referendum 3. Qui voto NO. Non sto ad approfondire i motivi, che sono piu’ personali. pero’ non mi piace fare la graduatoria:
embrione vale meno di feto che vale meno di bambino che vale meno di donna che vale meno di negro che vale meno di ebreo che vale meno di ariano ecc ecc.

Un’ultima cosa: Rubbia dice di votare SI
Ma che cazzo ne sa Rubbia che e’ un fisico???
io a lui mica dico di votare contro i “Bosoni”

Commenti

comments