Articoli con tag ‘foto’

Lago e la rovere grossa di Montarsolo

Scritto il 4 febbraio 2016 nella categoria Citazioni

La strada dopo Marsaglia inizia veramente a salire, e la valle si fa sempre più stretta. Giunti in prossimità di una ex casa cantoniera situata su un tornante, proprio sul ciglio di un precipizio, potete godere di un’ampia visione sui meandri del Trebbia e sulla confluenza dell’Aveto, suo maggiore affluente. Qui ammirate, come in un teatro, la natura incontaminata che caratterizza questa parte della vallata. A metà costa Confiente, con le sue casette in sasso ben ristrutturate.

Dopo circa 4 chilometri imboccate sulla destra la SP73 che si inerpica, con veri e propri tornanti, sulle pendici della montagna. Lo spettacolo davanti a voi è ancora una volta impressionante: il fiume è diventato piccolo e, come un serpente, si insinua tra le montagne che a tratti si gettano direttamente nel letto del fiume.

Raggiungete il piccolo borgo di Lago costituito da case in pietra con tetti di ardesia, tipiche costruzioni di questi luoghi. Nelle vicinanze potete notare le rovine di un castello detto Del Lago o Dei Balbi, che ha visto numerosi proprietari fino a essere abbandonato nel XVII secolo. Ancora qualche chilometro ed eccovi a Pieve di Montarsolo, un’atica pieve romana in cui sorge il Monastero di San Giacomo; nel IX secolo divenne una delle più antiche parrocchie della diocesi di Bobbio. Qui si trova la Rovere Grossa, una rovere millenaria di ben 7 metri di circonferenza, meta della celebrazione della Madonna della Guardia, il 29 agosto di ogni anno. In questa occasione si tiene il raduno dei trattori agricoli d’epoca, potete cantare e ballare coi cantori delle Quattro province e degustare i prodotti locali all’ombra del bosco di querce che circonda la Rovere Grossa.

(tratto da: "La guida instant della val Trebbia" in collaborazione con instagramerspiacenza. Edizioni Officine Gutenberg, Piacenza, 2015)
foto di @instafabio (cioè io)

 

 

Commenti

comments

Archivio Chiolini

Scritto il 1 luglio 2015 nella categoria Altro

Recita il sito:

"L’archivio fotografico di Guglielmo Chiolini (Pavia 1900 – 1991) è stato acquisito nel 2009 dal Comune di Pavia – grazie al contributo della Fondazione Cariplo e dell’Unione Industriali della Provincia di Pavia – ed è conservato presso i Musei Civici del Castello Visconteo.

Consta di oltre 880.000 immagini fotografiche tra positivi, negativi e diapositive, eseguite dal professionista a partire dalla metà degli anni ’20 e sino agli anni ’80: da principio soprattutto paesaggi naturali del Ticino e del territorio pavese, manifestazioni e personaggi della vita politica e sociale del ventennio, vedute della città in via di trasformazione tra edilizia fascista e ricostruzione post-bellica; poi, dagli anni ’60, anche riprese dei grandi cantieri delle infrastrutture italiane ed europee, quali autostrade, dighe, trafori, documentazione dello sviluppo economico cittadino e non, gruppi fotografici per l’Ateneo, l’Ospedale, le celebrazioni famigliari di matrimoni ecc."

C’è una sezione dedicata alle industrie dell’Oltrepo Pavese, con foto molto molto molto ma molto belle, eccole:

http://www.museicivici.pavia.it/archiviochiolini/industria/oltrepo.html

 

Commenti

comments

Immagina

Scritto il 11 gennaio 2015 nella categoria Citazioni

Immagina non ci sia il Paradiso
prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente
viva al presente…

Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace…
 
Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno
 
Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o fame
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero…
 
Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno

Panoramica della Valle Staffora dal Passo del Penice (Dicembre 2014)
Foto di "GiamesPhoto: Foto, Storie e Leggende dall’Appennino delle Quattro Province"

Commenti

comments

Foto di Brallo antiche 2

Scritto il 13 dicembre 2013 nella categoria Brallo

Come promesso, ecco altre foto di Brallo di una volta:
incominciamo con una veduta della piazza principale. qui si vede l’Albergo Ristorante Cavanna. Dalle auto parcheggiate mi arrischierei a supporre che sia degli anni ’70 dello scorso secolo. Quasi non ricordavo più il mitico pino praticamente in mezzo alla strada che scende da Pregola (nella foto quello tutto a destra)

La seconda foto è probabilmente più antica, e ci mostra il centro tennis di Pregola. Notate che la grossa costruzione che attualmente ospita le stanze da letto e la mensa non c’è ancora. (e non è una costruzione recente, visto che quando sono stato io al centro (metà anni ’80), c’era già.

Questa invece è una veduta del paesello dalla strada che porta a Bralello (rima!). La prima cosa che si nota è che tutte le prime 4 o 5 case che attuamente si incontrano arrivando da quella parte… non ci sono ancora.

L’ultima foto rappresenta sempre l’attuale piazza del municipio. Qui l’albergo Cavanna non c’è ancora, al suo posto vediamo una graziosa villetta adagiata su una collina. 

Commenti

comments

Foto di Brallo 2013

Scritto il 19 ottobre 2013 nella categoria Brallo

Ecco alcune foto del Passo del Brallo scattate ad Agosto 2013.

fontana

cabina Enel


via del Pozzo e via del Sole


via del Sole

rotatoria

bar ristorante Appennino Pavese

piazza del Municipio

strada del Passo

via della Fontana

via Roma

sempre via Roma

via del Castagneto

sempre via del Castagneto

distributore

l’arrivo da nord

la pineta

strada del Passo

case…

scendendo da Bralello

   

  

 

Commenti

comments

Foto di Brallo antiche

Scritto il 1 ottobre 2013 nella categoria Brallo

Ecco alcune immagini di una volta di Brallo (clicca x ingrandire)




Qui potete ammirare l’albergo Normanno. Anche se l’attuale albergo… non c’è ancora!
Nella seconda foto uno scorcio della piazza. E’ molto simile alla situazione attuale, a parte le auto parcheggiate, la segnaletica retrò e il cartellone publbicitario che non c’è più da almeno 25 anni

L’ultima foto è veramente vecchia: è la strada che porta al passo da nord, vale a dire dalla valle Staffora. Sullo sfondo si vede Pregola e se si vede è perchè non c’è la pineta !!!

Commenti

comments

Vecchia Voghera

Scritto il 15 agosto 2013 nella categoria voghera

 

Commenti

comments

Instafoto

Scritto il 16 maggio 2013 nella categoria Altro,Internet

Continua la mia "passione" di pubblicare foto su Instagram. Eccone alcune che mi piacciono particolarmente.

Commenti

comments

Instagram

Scritto il 18 agosto 2012 nella categoria Altro

Da un po’ di tempo ho scaricato l’APP di Instagram e mi diletto a postare qualche foto, eccole !!!!

Commenti

comments

Ferrovia Voghera Varzi

Scritto il 14 luglio 2012 nella categoria voghera

Tempo fa ho fatto un giro in bici sul primo tratto del tracciato della vecchia ferrovia Voghera – Varzi. L’ho imboccata da strada Malvista (per chi non sa dove sia: uscendo da Voghera verso est, appena prima del ponte sullo Staffora di via Piacenza, la viettina sulla sinistra è strada Malvista). Appena prima del sottopasso, sulla sinistra c’è un piccolo sentierino che porta sulla massicciata. Si percorre quindi il ponte sullo Staffora e si arriva fino a strada Braide, dove l’itinerario prosegue. L’erba era stata tagliata, quindi il percorso agevole. Si raggiunge il ponte che passa sopra la Statale, nei pressi dello Zenith e si prosegue nei campi in direzione Codevilla. Il mio giretto è stato breve, anche perchè ho fatto numerosissime soste a fare fotografie. Eccone alcune:

 

 

     

 

 

Commenti

comments

Guadagnare con le foto

Scritto il 5 maggio 2012 nella categoria Altro,Internet

Questo è un articolo dedicato a tutti i miei amici fotografi. Ovviamente parlo per quelli che non lo fanno per professione….oppure anche a quelli (un arrotondamento potrebbe non fare male, no?)

Magari sono servizi che conoscete già , ma ve li segnalo lo stesso. Sono siti che permettono di guadagnare con le vostre foto: ti iscrivi, mandi le tue foto e se qualcuno le acquista… guadagni!!
Ci sono diversi siti con diverse modalità. Solitamente accettano solo foto di alta qualità (come il latte granarolo).

Io ho provato a mandare qualche mia foto, ma le hanno scartate: errori nell’esposizione, disturbi, luce sbagliata, ecc. Insomma errori da fotografo della domenica come me, che fa fotografie algi amici che fano le boccacce e senza pretesa di far foto "belle", quelle da farci un quadretto. Voi che invece ne siete capaci e che ne avete voglia, ecco i link. Tentar non nuoce, l’iscrizione è gratis, basta solo mandargli le foto e chissà… magari si vendono!!

FOTOLIA
http://it.fotolia.com/

DREAMSTIME
http://www.dreamstime.com/

123RF
http://www.123rf.com/

iSTOCKPHOTO
http://italiano.istockphoto.com

SHUTTERSTOCK
http://www.shutterstock.com/


Sara, Manu e Lorenzo

Commenti

comments

Tavolozze autunnali

Scritto il 4 novembre 2011 nella categoria Brallo

Ecco qualche foto che ho scattato lo scorso weekend nei dintorni di Brallo.

 

Per vederle meglio basta cliccarci sopra.

Bella questa, eh? A me piace un sacco…

Queste tre le ho fatte sulla strada che porta a Pregola, la prossima invece rappresenta un Bambi sopra Corbesassi. E’ un… boh? Capriolo? Cerbiatto? Cervo a primavera? Stambecco? Daino? Alce? Gnu? Bufalo? Renna? Bue Muschiato? Va beh.. quello li insomma.

Commenti

comments

Bicicane

Scritto il 30 giugno 2011 nella categoria Simpatiche,voghera

Questo mito l’ho visto (e fotografato) ieri mattina in via Garibaldi a Voghera:

Commenti

comments

Abbondanti nevicate

Scritto il 11 marzo 2010 nella categoria Brallo

In questi giorni di neve ne è venuta già parecchia dappertutto, ma a Brallo siamo avanti: guardate quanta neve c’era già domenica scorsa, quando a valle c’era ancora il sole:


Commenti

comments

Cartelli postali

Scritto il 6 aprile 2009 nella categoria Altro

Giorni fa ho visto questo cartello su una cassetta delle lettere. Mi ricordava molto quello che avevo messo io fuori da mio negozio.

 

Commenti

comments