Me gustas tu (2002)

Scritto il 20 Ottobre 2006 nella categoria testi

Mi piace l’estate, mi piace l’inverno, mi piace il pollo, mi piacciono le carote, mi piace la techno, mi piace Beethoven, mi piace “Ghost” e mi piace Pulp Fiction, mi piacciono i pomodori, mi piace il cocco, mi piace la Venere del Botticelli e mi piace Filippo Tommaso Marinetti. Mi piace il Dolce Stil Novo e mi piace la New Dada, mi piace Guccini e mi piace Jovanotti, mi piace Carboni e mi piacciono i Prodigy, mi piace De Andrè e mi piace Elio e le storie tese. Mi piace guardare una farfalla e un cubo che ruota su un computer. Mi piace l’estremismo e mi piace stare nel mezzo, mi piace contestare e… mi piace proprio contestare. Mi piace fare la guerra, mi piace fare l’amore. Mi piace mandare tutti a cagare e mi piace salutare tutti col sorriso, mi piace mettermi in giacca e cravatta e mi piace girare coi jeans strappati e con le All Star strappate o con le scarpe lucidate. Mi piace Carmen Consoli, mi piace il rap all’italiana, mi piace Trainspotting, mi piace Titanic e La Vita è Bella, mi piace giocare a tennis perché mi diverto e più sono scarso e più mi diverto, mi piace Vasco – il migliore – e mi piace il sorriso di un bimbo. Mi piace quando vinceva Tomba, mi piace leggere Topolino, mi piace Dylan Dog, mi piace La Fattoria Degli Animali di Orwell e Bar Sport di Benni. Mi piace l’Inter, mi piace il crèm caramel, mi piace il cioccolato al latte, mi piace il colore, mi piace il bianco e nero. Sono Sandokan e sono Cavour, sono Indiana Jones e sono Giulio Cesare, sono allegro come i pagliacci del circo e sono triste come i pagliacci del circo. Mi piace odiare, ma finisco coll’amare. Mi piace la luce, ma amo la notte. Mi piace dormire, mi piace ballare, mi piace impegnarmi, mi piace un casino stupire le persone, mi piace la gente che sorride, mi piace navigare su internet, mi piace leggere, mi piace l’ombra, mi piace stare al sole, mi piace Il Corriere della Sera, mi piace Lupo Alberto e Wil Coyote, mi piace Manuela Arcuri, mi piace la pubblicità della Wyler Wetta, mi piace l’innovazione, amo la tradizione, mi piace il comfort, mi piace stare scomodo, sa più di avventura. Mi piacciono gli occhi delle donne, c’è tutto scritto, ma si riesce sempre a leggere poco o nulla. Mi piace il mare, mi piace sciare, mi piace il verde, mi piace ragionare, mi piace scrivere, mi piace confrontare le mie opinioni con chi mi sta ad ascoltare prima di controbattere, mi piace imparare da chi ha da insegnare, mi piace insegnare a chi ha da imparare. Mi piacciono i gatti, tantissimo. Mi piacciono le loro zampette felpate, mi piace sentirmele addosso. Mi piacciono i maglioni di lana pesante, mi piacciono le t-shirt, mi piacciono le camicie. Mi piacciono le more, amo le bionde, mi piacciono le persone sincere, mi piacciono le fragole, adoro fare le foto, mi piace dare un’anima ai computer, mi piacciono gli occhiali da sole, specialmente quelli con le lenti colorate, mi piacciono le patatine, mi piacciono gli amici. Mi piace stare da solo, mi piace la birra Corona col limone, mi piace la vodka ai frutti di bosco, mi piacciono i Queen, mi piace Battisti, mi piace Gigi d’Agostino, mi piace Frankie Hi-nrg MC, mi piacciono i videogiochi, mi piacciono gli orologi con le lancette, ma uso solo orologi senza lancette. Mi piacciono le collanine, mi piace far ridere, mi piace scombinare l’ordine delle cose, mi piace dire cose senza senso, mi piace guidare. Mi piace il mio telefono, mi piace il mio lavoro, mi piace la vita, mi piace superare i casini, mi piace essere un po’ matto, mi piace prendere tutto alla leggera, mi piace pianificare tutti i dettagli, mi piace decidere all’improvviso, mi piace cercare di migliorarmi la vita ogni giorno che passa. Mi piace la mia maglietta rossa dell’Adidas, mi piace il mio giaccone blu con gli alamari, mi piace correre nel freddo, mi piace la luna. Mi piace ricevere regali imprevisti, mi piace se qualcuno mi da fiducia, mi piace ripagare questa fiducia, mi piace fare regali imprevisti, mi piace soprattutto la fiducia degli amici, mi piace dare fiducia agli amici. Mi piace stuzzicare chi mi fa del male, mi piace urlare nel vento, mi piace pensare. Mi piace tutto, ma a volte non mi piace niente. Mi piace avere i capelli lunghi e lisciarmeli, mi piace troppo avere i capelli corti, mi piace stare senza barba, mi piace essere un po’ trasandato, mi piace la nutella, mi piace chiacchierare con mia sorella. Mi piace osservare, mi piace gironzolare senza meta, mi piace camminare immerso nei miei pensieri, mi piace camminare senza pensieri, mi piace andare in treno col walkman, mi piace girare in macchina con la musica al palo, mi piace girare piano in macchina e farmi superare, mi piace superare quelli che vanno piano. Mi piace il profumo dei prati, specialmente dopo che è piovuto, mi piace riscoprire profumi dimenticati, come quello della colla delle figurine da bambino, mi piace conservare tutto, mi piacciono le persone originali, mi piacciono le persone speciali, mi piace dormire poco, mi piace il 5 Maggio di Manzoni. Mi piace il movimento, mi piace chi trasmette emozioni positive, mi piace la felicità, mi piace nuotare, mi piace cantare, mi piace stare in ciabatte, mi piace girare in bici sotto la pioggia, mi piacciono le nevicate, mi piacciono le cose tenere, mi piacciono le persone decise, mi piace essere sempre indeciso, mi piace il succo di frutta alla pera, mi piace il filetto di pesce alla San Pietro, mi piacciono le barzellette, mi piacciono i Sofficini Findus alla pizza, mi piace la pizza prosciutto e rucola, mi piace la birra rossa, mi piace rileggere ciò che scrivo, mi piacciono le persone intelligenti, mi piace l’acqua e la Coca-Cola, mi piacciono i miti dello sport, mi piace la storia, mi piace Babbo Natale, mi piace avere dei nipoti. Mi piace il numero 9, mi piace scrivermi le frasi interessanti e originali, mi piace l’urlo di Munch, mi piace giocare a scala 40, mi piace la cupola del Brunelleschi, amo Parigi, vivrei sulla torre, mi piace dire che prima o poi andrò a New York, mi piace dire che andrei a vivere in Nuova Zelanda, mi piacciono i bagnoschiuma al pino, mi piace Paperino. Sono Leopardi e sono D’Annunzio, sono l’ultimo dei Mohicani e sono quel bastardo del Generale Custer. Sono stronzo e sono un coglione, sono intelligente e sono fesso, sono gentile e sono sfacciato, sono introverso e sono un rompiscatole, sono brillante e sono schietto. Sono pronto a spaccare la luna se serve a far nascere un piccolo sorriso, sono ingenuo e malizioso, sono prevedibile, ma sono totalmente imprevedibile. Mi piace Certe Notti di Ligabue, mi piace non farmi troppe domande, mi piace fare troppe domande, mi piace fare tante domande, finisco per non fare tante domande. Mi piace il vitello tonnato e mi piace la canzone che sto ascoltando adesso che è Jardin d’Hiver di Henry Salvador. Cosa mi piace non lo so, mi piace continuare lo spettacolo, mi piace rialzarmi dopo ogni sconfitta, mi piace far finta di niente, cosa mi piace lo so benissimo. Mi piace la grinta di Skin degli SkunkAnansie, mi piace Haidi, mi piace la poesia di Jim Morrison e i suoni dei Doors, mi piacciono le ambientazioni dei Tangerine Dream, mi piace Profondo Rosso di Argento, mi piace Piazza dei Miracoli di Pisa, mi piace Marylin di Warhol, mi piace il Quarto Stato di Pelizza da Volpedo, mi piace ridere, mi piace Camogli, mi piace trovare il lato buono di qualsiasi cosa. Mi piace volare, mi piace sognare, mi piace vestirmi secondo l’umore del momento. Me ne vado senza salutare oppure non smetterei mai di salutare e mai me ne andrei. Mi piacciono le emozioni, mi piacciono le giostre, mi piacciono le fiere, mi piace il casino, amo il silenzio, la casa-dolce-casa, la vecchia signora solitudine, mi piace andare nei boschi, mi piacciono le pigne, mi piace il brivido, mi piacciono i complimenti. Mi piacciono soprattutto i complimenti non detti, quelli sottintesi, ne vado fiero, mi piacciono le piccole cose. Mi piacerebbe parlare tante lingue, mi piace Firenze, mi piace l’amore, mi piacerebbe visitare tanti posti, mi piace la diversità, mi piace la satira, adoro l’autocritica, mi piace la cotoletta alla milanese, mi piacciono Le Iene d
i Italia1, mi piace giocare a Tetris, mi piace fare i favori che non mi costano nulla, ma che restano ugualmente dei favori fatti, mi piace sapere di odiare un’infinità di cose, mi piaccio abbastanza, mi piace ciò che ho fatto, mi piace aver fatto gli errori che ho commesso, mi piace il fatto che mi hanno aiutato. Mi piace ciò che faccio, mi piace il futuro, mi piace la libertà, mi piace essere chi sono, mi piace di tutto…..me gusta la mañana….me gusta la noche….me gusta el fuego….me gustas tu.

Commenti

comments

Un commento all'articolo 'Me gustas tu (2002)'

  1. 21 Ottobre 2006 alle 21:03
    becks

Scrivi un commento a "Me gustas tu (2002)"