Cagliostro 10

Scritto il 4 Novembre 2019 nella categoria Altro

Quiz: Cagliostro il gatto furbostro si è nascosto. Dove?

Commenti

comments

Perché te la prendi?

Scritto il 4 Novembre 2019 nella categoria Altro

Commenti

comments

Il mio ufficio

Scritto il 31 Ottobre 2019 nella categoria Altro

L’ufficio del lunedì mattina

Commenti

comments

Non arrenderti

Scritto il 31 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio.

Commenti

comments

Exit

Scritto il 29 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Sono stato a Pavia a vedere questa mostra di fotografie di Marcella Milani.
Marcella è stata in alcuni alberghi della provincia di Pavia, chiusi ahimè da anni. Alcuni li ha visitati una volta sola, altri più volte, e ogni volta è riuscita a racchiudere una storia nelle sue foto.

Forse avevano ragione quelli che dicevano che la fotografia “ruba” l’anima. Guardando queste foto mi sentivo come Jack Torrence quando guardava le foto dell’Overlook Hotel e riviveva quei momenti. Spero solo di non andare fuori di testa come lui, ecco.

Marcella ha visitato parecchie strutture della mia zona: l’albergo Buscaglia al Passo Penice, l’albergo Normanno e l’albergo Serenella al Passo del Brallo, l’albergo Colletta a Cima Colletta e l’albergo Giovà al Passo del Giovà.

La mostra mi ha lasciato un sacco di sensazioni: nostalgia, malinconia, ha riaperto un pezzo di quel vuoto dentro che, come dice il nostro conterraneo Max Pezzali, “non si chiuderà mai, tanto vale conviverci“.

Il compito di un’artista è proprio quello: di suscitare emozioni, quindi complimenti all’autrice e… visitate la mostra.

Commenti

comments

Anello della Pineta di Bruggi

Scritto il 26 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Seguendo i consigli della guida “A un passo dalla vetta” di Cristiano Zanardi, ho voluto fare questa passeggiata.
Arrivo a Bruggi, in Alta Val Curone (dalle parti di Caldirola, il Curone nasce lì vicino). La giornata non sembra bellissima, ma parcheggio fiducioso a fianco della chiesa e parto.

All’inizio bisogna seguire il sentiero che porta fino alla vetta del Monte Chiappo (che prima o poi farò), ma ad un certo punto occorre deviare sulla sinistra e raggiungere la pineta sopra Bruggi. Durante la salita ci sono degli scorci panoramici gradevoli che mi fanno anche capire che sto prendendo quota. Si oltrepassa una capanna nel bosco e poi un punto di ristoro con tavolo e panchine di legno.
Quando sono all’interno della pineta, anche se è un luogo che non ho mai visitato, ho come la sensazione di sentirmi a casa. D’altronde io ci sono cresciuto in una pineta, quindi camminare sulla soffice coltre di aghi e riconoscere il classico sottobosco delle conifere mi regala emozioni. Mi sembra di perdermi in quel luogo.

E infatti mi perdo. Dovrei raggiungere il Monte Garavè, ma sbaglio qualcosa nei vari bivi che incontro, non segnalati. Nel dubbio, di solito cerco di stare a sinistra, in quanto l’anello che dovrei fare è in senso antiorario. Nei giorni scorsi ha piovuto, quindi c’è un bel pantano e ad un certo punto il sentiero che sto seguendo si rivela per quello che è: una semplice traccia lasciata dalle vacche portate al pascolo (si sente lo scampanellio in lontananza). A questo punto, grazie alle mappe sul cellulare, risalgo un po’ a caso e raggiungo il crinale e quindi la “Via del Sale“, ma siccome sono un bastian contrario, vado in direzione opposta a quella canonica, cioè verso Varzi.

Che bello: da qui si vede il Lesima, ma si vede bene anche Cima Colletta e laggiù spicca il Penice. Scendendo raggiungo il Colle della Seppa e ovviamente giro verso Bruggi, quindi a sinistra (a destra si scende in direzione Armà). Detto così sembra che sia quasi arrivato, invece la strada strerrata è molto lunga e arzigogolata. La discesa è comunque piacevole, soprattutto una volta raggiunto il paese. La vista è incantevole: tutti i tetti di Bruggi e laggiù la chiesa. E’ singolare il fatto che sia stata costruita in fondo al paese, di solito è in centro o tuttalpiù in cima. Scendo, trovo la fontana, tante casettine carine ristrutturate bene, una vecchia insegna “commestibili” che mi fa ricordare come anche ogni piccolo paese avesse una volta delle attività.

Chiudo l’anello, mi fermo per una preghiera e una candela, è uscito il sole, la vita è bella, salgo in auto e ritorno a casa.
8,8 km – 1h50min – 507m dislivello.

Relive ‘Anello di Bruggi’

Commenti

comments

Cagliostro 9

Scritto il 23 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Ma perché bere l’acqua dalla ciotola? Molto meglio bere l’acqua del.ferro da stiro.

Commenti

comments

Tempesta

Scritto il 22 Ottobre 2019 nella categoria Altro

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.


Commenti

comments

Siro del Brallo – 32- Nocciole

Scritto il 16 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Attenzione attenzione. Siro ha venduto davvero DI TUTTO nella sua vita: addirittura le nocciole alla Ferrero! La Nutella è anche opera di Siro? Scopriamolo con questo video.

Commenti

comments

Cagliostro 8

Scritto il 15 Ottobre 2019 nella categoria Altro

E questo cos’è? Una grossa ciotola? Un abbeveratoio? Un parco giochi?

Commenti

comments

Ceci

Scritto il 15 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Non diventare mai troppo grande per fare domande.

Commenti

comments

Viaggiare

Scritto il 12 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Anche un viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo.
(Lao Tzu)

Commenti

comments

Pagare o tassare?

Scritto il 12 Ottobre 2019 nella categoria Altro

SE TU PAGHI LA GENTE CHE NON LAVORA E LA TASSI QUANDO LAVORA, NON ESSERE SORPRESO SE PRODUCI DISOCCUPAZIONE

Commenti

comments

Il Cavaliere Inesistente

Scritto il 10 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Il 13 settembre 2019 è andato in scena questo spettacolo teatrale al Castello Visconteo di Voghera. E’ stata la replica di “Agilulfo“, messo in scena il 25 maggio al teatro San Rocco.
Perchè aveva un altro nome? Perché in realtà è stato in parte modificato, sopratutto nella rappresentazione.

Agilulfo era il saggio di fine anno del primo anno del corso di recitazione (scuola Oltreunpò Teatro) che la nostra coach Michela ci ha preparato per mettere a punto le cose imparate durante l’anno. Eravamo in un teatro, con le quinte, i camerini, il pubblico davanti, ecc. Ne ho parlato qui:
https://www.fabiotordi.it/blog/?p=2656

Qui si trattava di recitare nel primo cortile del castello e quindi Michela ha pensato di sfruttare tutto lo spazio, visto che non avevamo un vero e proprio palco.
Per questo si stava “tra” il pubblico, intorno, sopra (sulla balconata). E’ stato aggiunto un narratore (un cantore, mi verrebbe da dire, visto che narrava cantando), e parecchie scene sono state modificate in modo che il pubblico, tutto il pubblico, potesse vederle al meglio.
E’ stato una specie di teatro interattivo e devo dire che è venuto bene, visti anche i riscontri positivi che abbiamo ottenuto.
Quindi grazie all’amministrazione comunale e all’assessore alla cultura del Comune di Voghera che ci ha dato questa possibilità, grazie a tutto lo staff di Oltreunpò che ci ha guidato, ci ha insegnato, ci ha tenuto a bada, ci ha spronato e ha cercato di spremere il meglio da ciascuno di noi, grazie soprattutto ovviamente a Michela e un bravo a noi: Elisa, Moreno, Valerie, Valentina, Francesco, Stefania, Chiara, Simone, Fabio, Paola.

Commenti

comments

Cagliostro 7

Scritto il 8 Ottobre 2019 nella categoria Altro

Nel frattempo, Pisaré e Cagliostro…

Commenti

comments