(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Mese: Aprile 2022

Sottosopra

mmmm… c’è qualcosa che non quadra…

Uomini sul K2

Nel 1980 gli scolari delle elementari di Brallo scrissero una lettera ad Achille Compagnoni, il primo uomo, nel 1954, ad arrivare sul K2, la seconda vetta più alta del mondo.

All’epoca Compagnoni, che era originario di Valfurva in Valtellina, gestiva l’omonimo albergo di Cervinia, suo paese adottivo. Mio padre l’aveva conosciuto li, e aveva ricevuto in dono un portachiavi che avrebbe tenuto tutta la vita, come un talismano.

La maestra del Brallo, la signora Rita, mia madre, ebbe l’idea della letterina, a cui il grande scalatore rispose punto su punto su carta intestata, scritto a macchina. Allegò diverse cartoline autografate e un libro dove aveva raccolto il diario della grande impresa, che ho letto con piacere e interesse.

Pazzi? Eroi? Incoscienti? Coraggiosi? Gli epici protagonisti erano questi e altro, considerando anche i mezzi a disposizione a quell’epoca.

Essere umani

Poi venne la crisi, sparirono i sorrisi, le frasi col vicino divennero scortesi: nervi troppo tesi, tasse tutti i mesi, i soldi peggio spesi, i soldi sempre attesi. Intanto tutti a testa bassa negli androni, le tasche coi bottoni, le case, i padroni, i brutti contro i buoni, i matti contro i pazzi, gli Orazi, i Curiazi, le liti, gli scazzi. Tutti a campare in apnea, c’è sempre l’alta marea, pure il weekend all’Ikea è mors tua vita mea. Il tablet per la scuola, i libri perché non funziona, il treno che ritarda tutti i giorni un’ora. Il posto traballa, il posto crolla: tutti per strada e nessuno se l’accolla. Tutti con la netta sensazione di esser soli: non c’è nessuno che ascolti nonostante ci si sgoli.

Valico del Brallo

Welcome to Passo del Brallo, ridente valico di montagna, m 951 slm, dove si respira l’aria salubre in arrivo dal mar Ligure e contemporaneamente si osservano le Alpi innevate.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén