Si parte da Anzio e poi ci spariamo tutta l’autostrada A1, per poi deviare sulla Caserta – Salerno, fino alla Costiera Amalfitana. Dopo curve e controcurve siamo giunti ad Amalfi, ma di parcheggio neanche l’ombra, siamo capitati anche dalle parti del pronto soccorso… ricordi di 15 anni fa. Abbiamo proseguito e ci siamo fermati x un panino in un baretto a strapiombo sul mare. La strada è talmente stretta e arzigogolata che in alcuni tratti ci sono degli addetti che bloccano il traffico x far passare le corriere. Il panorama è spettacolare: spiagge, sole, cielo e mare.


Panorama mozzafiato

Abbiamo recuperato un B&B a Conca dei Marini, www.locandadegliagrumi.it , che vi consiglio vivamente. Aperto nell’aprile 2007, i gestori sono di una gentilezza quasi esagerata, il posto è splendido, nuovissimo, stanze con frigobar, TV piatto, aria condizionata, ecc per 80 euro a notte (in due).

Al pomeriggio un giro in spiaggia a Maiori, dove con soli 3 euro puoi parcheggiare per ben 1 ora !!! Ammazza che tariffe !!!
Alla sera un bel 16km di curve e controcurve fino a Positano. Li il parcheggio è ancora più caro: 5 euro all’ora. Un po’ troppo. Abbiamo parcheggiato fuori dal paese, come quasi tutti.
Molto bello.
Non capisco come fa ad essere paragonato a Portofino. Per chi non c’è mai stato: Positano è un paese che scende dalla strada principale al mare, con un dislivello di un centinaio di metri o più. Il borgo è proprio carino, con le sue viuzze, piazzole, scale, tutte disegnati e disseminate dagli immancabili botteghe accalappia-turisti. Arrivati in fondo c’è la baia con il prticciolo e i ristoranti. La pizza era buona, ma non eccelsa. Cmq è un posto dove portare una tipa, porca miseria, peccato che a noi mancava la materia prima, mannaggia !!

Commenti

comments