(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Pro Loco Brallo

Ragazzi è on-line il nuovo sito della Pro Loco Brallo, lo potete trovare al solito indirizzo: www.probrallo.net
Tutto è nato dal fatto che il gestore del sito, cioè moi, ha fatto una gran bella cazzata: il sito è ospitato da Aruba, nota ditta toscana. Il contratto prevede due gestioni tecnicamente divise: lo spazio web e il database. Purtroppo, al momento del rinnovo, mi sono dimenticato di pagare anche per il rinnovo del database… che è andato perso!!! E sfiga delle sfighe, il backup che avevo su un cd era inutilizzabile. Risultato: non c’erno più i contenuti, neanche uno!!
Allora mi sono rimboccato le maniche e ho installato un cosiddetto "content manager", ovvero uno di quei software già belli pronti che ti permettono di realizzare facilmente un sito, basta modificare a piacemento la grafica, intendersene magari un po’ di programmazione php e aggiungere i contenuti. Il sito non è ultimato, però potrete già trovare alcune pagine interessanti, come quella del meteo , e soprattutto tutti gli appuntamenti in vista per il 2008.
Ditemi se vi piace, si accettano critiche e suggerimenti, grazie.

Commenti

comments

Previous

Come quelli che

Next

Weekend da maestri

5 Comments

  1. sabry

    ciao Fa
    il sito è veramente carino. Bravo

  2. james

    allora diamo piu’ spazio a Selva!!!!Chi se ne frega della chiesa di Someglio, di Pregola etc……hanno rotto! Parliamo della stalla, e del parco naturale della Selva!

  3. davide

    Se amate la solitudine della montagna, il pessimo lavoro della forestale nei boschi e nei prati, il leggero fruscio degli alberi abbattuti in piazza Brallo, l’odore di alcool uscire dai bar caratteristici del posto, il fascino del nulla, oppure bere un caffè in compagnia di allegre vecchiette, immaginare il volo della poiana e ricordare il saltellare degli scoiattoli estinti, sdraiarvi sul letto di un fiume (Trebbia) ormai asciutto, questo è il posto che fa per voi. Il territorio è un susseguirsi di situazioni contrastanti:clandestinità, storie strane,sballate. Dalle vette più alte e dai crinali a volte rocciosi, da dove nelle giornate sempre piovose il panorama spazia fino a pochi metri e tutt’intorno troviamo il vuoto

  4. james

    Solo Geppe il dark puo’ scrivere ste cose,vero Davide?

  5. Benedetta

    Ciao Fabio, è proprio bello il sito, ho scoperto anche che c’è una webcam a Colleri per il meteo:
    P.S. Metti qualche foto di Valformosa, mi raccomando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén