(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Bancopoli

A oltre 10 anni di distanza da Tangentopoli

Quando stamattina ho sentito la notizia per radio mi è venuto da pensare : "finalmente".  Però a pensarci bene non si sa se esser felici o tristi.

Felici perchè finalmente si è scoperchiato un pentolone, perchè finalmente si è smascherato un intoccabile malandrino. Le banche e i grandi gruppi finanziari muovono tanti di quei soldi sopra le nostre teste senza che ce ne rendiamo conto, cambiando nei fatti la realtà… e noi non possiamo farci nulla.

Sembrano veramente provenire da un altro pianeta, essere di un’altra casta: quella delle Banche. Ma ora abbiamo capito che anche le banche piangono.

Ma i risparmiatori piangono ancor di più e ancor più spesso. Ecco perchè esser tristi. Per la consapevolezza di esser stati buggerati e truffati proprio da chi pretende fiducia e fa della fiducia uno dei propri capisaldi.

Come fanno questi signori ad angheriarci con mille balzelli e mille inchieste se poi scopriamo che i più marci del mercato son proprio loro?

L’Italia ha purtroppo fatto l’ennesima brutta figura permettendo ad un gruppo bancario così grande di poter prendere in giro tutta questa gente. Quelle che stanno in alto dovrebbero vegnognarsi un po’ tutti, visto che loro il culo coperto ce l’hanno sempre.

Commenti

comments

Previous

Beffa Mediaworld

Next

Il Cervello A Prostituirsi

1 Comment

  1. bisognerebbe inziare a mettere i soldi nel cassetto anzichè in banca … in fondo le banche sono dei castelli di carta, basterebbe chiudere il 10% dei conti correnti per mandare a puttane l’intero sistema bancario nazionale … poi non parliamo del fatto che nel rapporto con la banca siamo fottuti in ogni caso: sia quando diamo i soldi, sia quando li chiediamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén