Ho letto questo libro di Daniel Francis Galouye : “Universo senza luce“, racconto di fantascienza del 1961.

Ovviamente deve essere letto posizionandolo nel periodo in cui è stato scritto, quindi con uno stile diverso da quello che potrebbe utilizzare uno scrittore attuale.

Devo dire che non è stato facile, i primi due o tre capitoli sono stati davvero ostici. Avete presente quei libri in cui capite subito cosa succede, i personaggi sono ben profilati, avete la situazione chiara? Ecco, questo è l’esatto contrario, ci vuole un po’ per entrare nella storia.

Una volta capìta, la storia è sicuramente originale, un universo fantascientifico diverso dal “solito”, un mondo senza luce in cui i personaggi si muovono grazie all’udito e all’olfatto.

Tutto sommato mi ha soddisfatto, non sarà un capolavoro, ma è stata una buona lettura.

Commenti

comments