Mi dicevano il matto
perchè prendevo la vita
da giullare, da pazzo,
con un’ allegria infinita.
D’ altra parte è assai meglio,
dentro questa tragedia,
ridersi addosso, non piangere
e voltarla in commedia.

Commenti

comments