(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Castrazione chimica

In questi giorni stavo seguendo le discussioni about la storia dei pedofili e delle relative contromisure. Si fa tanto discutere dell’inasprimento delle pene. Ma fatemi il piacere, la soluzione è semplice è sotto gli occhi di tutti. Secondo voi quei personaggi agiscono per un qualche razionale motivo? No. Quindi cosa volete che gliene importi della pena? Loro in quei momenti sono colti da raptus, quindi il carcere è l’ultimo dei deterrenti. Hanno degli impulsi sessuali che non riescono a tenere a freno. E allora? E allora: castrazione chimica. Gli fanno delle belle punturine che gli tengono a bada gli impeti animali. Dite che non si può fare? Che lede i diritti? Che sono discorsi da fascista? Sapete cosa vi dico? Ma chi se ne frega, anzi sarei contento che chi la pensa così si mettesse in contatto con le famiglie che hanno subito questo dramma, poi mi dice cosa ne pensa. La soluzione c’è, basta adottarla. Fa del bene alla comunità, togliendo un pericolo e fa del bene anche allo stesso individuo, in quanto gli toglie la possibilità di fare danno.

Commenti

comments

Previous

Carneade, chi era costui??

Next

Someglio

1 Comment

  1. daniele

    Emotivamente sarei d’accordo con te. Però di queste occasioni dovrebbero occuparsi i medici e non i politici a caccia di consensi. E da quanto ho appreso documentandomi un poco, ho scoperto che non in letteratura medica non è documentata una relazione tra cure per sopprimere il testosterone (questo è la castrazione chimica) e una riduzione dell’aggressività o degli impulsi sessuali devianti. Quindi, a quanto pare, non funziona…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén