(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Piazza Principe

Io quando tornerò a Genova per prima cosa col caffè di rito

nel piazzale della stazione, dal baracchino il passo addormentato
lo muoverò per riconquistare la dignità di me stesso al mondo
ed il dovere di camminare a testa alta guardando il fondo

Questo è tratto da una canzone di Alessio Lega.
Voi ci siete mai stati al baracchino della stazione di Piazza Principe a Genova?

Io ci vado ogni volta, e ci sono passato anche sabato scorso, visto che il treno era in ritardo di 45 minuti. Il caffè è di rito, è veramente buono e costa solo 70 centesimi.

Poi ho preso un Hot Dog con la senape e una lattina di chinotto: totale 3 euro!! Ma vi rendete conto?

Anche gli altri panini costavano tutti 1,5 euro. Pazzesco.

Certo, non è posto per tutti. Quelli che hanno la puzza sotto al naso non ci vadano proprio, la clientela li non è selezionata: taxisti, barboni, poco di buono, girovaghi, viaggiatori, turisti.

Insomma: bellissimo. Molto caratteristico. E’ una delle cose di Genova da vedere, e si può farlo senza neanche fermarsi molto, basta un treno in coincidenza in ritardo di 10 minuti.

Commenti

comments

Previous

Cazzo, dopo un po' uno si annoia senza le carte.

Next

Tendinite

6 Comments

  1. Eva

    Mi vergogno di me stessa ma non riesco a capire dove cavolo è sto chiosco….mi sa che yn giorno ci andrò apposta in spedizione!!!!

    baci a tutti da Genova ovviamente!

  2. enrico

    Ciao Fabio

    Un salutone da chi a Genova vive…ed in effetti…

    Comunque anche anche il Brallo ha le sue caratteristiche…

    Ciao Fabio

    Enri

  3. enrico…. ma enrico quale?

  4. Alessandra

    ma di preciso qual’è questo baracchino?!
    Quello al centro della piazza o quello vicino al giornalaio?
    Eva ed io siamo curiose e soprattutto vogliamo andare a provarlo!!!
    baci Ale

  5. enrico

    enrico di genova…

    vengo spesso su al brallo…non ti ricordi…e in effetti…cosi’ senza descrizione e nulla e’ un po difficile…

    un’altro saluto

    enrico

  6. Esci dalla stazione e lo trovi sulla sinistra. Baci a Ale e Eva e un saluto a Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén