Format Distributivi del settore moda abbigliamento in Italia: situazione e prospettive del piccolo punto vendita

Tredicesima puntata

Il successo delle catene di negozi monomarca è riconducibile all’integrazione verticale discendente dell’industria o ascendente della distribuzione; l’integrazione verticale ha dimostrato infatti di essere uno dei modelli di business più efficaci per coniugare l’innovazione di prodotto e lo sviluppo della marca nei prodotti dell’abbigliamento.
Nel mercato mondiale dell’abbigliamento si sono affermate catene con marchio/insegna esclusivo che si rivolgono ad un preciso target di clientela. Benetton, Zara, H&M, Esprit, Max Mara, propongono un assortimento unico con marchio che corrisponde all’insegna. Alcuni sono produttori integrati a valle: Max Mara, Benetton; altri, come H&M e Zara sono distributori integrati a monte.

 
Un negozio di calzature Nero Giardini

Alcune di queste insegne sono gestite direttamente dal produttore, altre utilizzano la formula del franchising (che verrà illustrata più avanti), molto spesso vengono adottate entrambe le soluzioni.

La focalizzazione su un target ristretto incentiva lo sviluppo internazionale. Le prime cinque catene di negozi specializzati per fatturato realizzato in Europa sono inglesi; nella graduatoria per livello di internazionalizzazione, le catene spagnole, francesi e italiane sono per contro ai primi posti. 

MATRICE SWOT
Utili Pericolosi
Interni Rafforzamento della visibilità del brand.
Conoscenza del prodotto
Poca esperienza di vendita al dettaglio.
Perdita di vista dei gusti dei consumatori
Esterni Il cliente è più invogliato ad acquistare da chi è sicuramente competente dei prodotti che vende I competitori sono più flessibili in caso di cambio dei gusti del consumatore

 

Commenti

comments