Telecom Italia

Scritto il 23 Luglio 2011 nella categoria Cronache

Ora vi racconto le mie ultime (dis)avventure con Telecom Italia.

Prologo. A Brallo abbiamo una linea telefonica con un vecchissimo impianto con due telefoni intercomunicanti: uno in casa e uno in negozio. Da anni la società che gestiva il negozio non esiste più, ma il contratto con la Telecom è rimasto di categoria business. Circa un paio di anni fa mia mamma, stufa di dover sopportare spese maggiorate rispetto alla clientela residenziale, mi ha chiesto se potessi interessarmi alla declassazione, da business a privato. Io mi sono informato, ho navigato sul sito e ho chiamato il 191, per scoprire che era un bel casino, gli stessi operatori mi hanno sconsigliato di farlo: è una pratica che va per le lunghe e ci vogliono un sacco di scartoffie. Molto meglio chiudere la linea e aprirne un’altra. Solo che i miei, giustamente, avrebbero voluto mantenere il numero di telefono, visto che ce l’hanno da un sacco di tempo. E così siamo rimasti a business.

Capitolo 1: iniziano i problemi. L’anno scorso arriva un avviso di pagamento, dicendo che la bolletta, pardon il "Conto Telecom Italia" n4/10 del 13/07/2010 non era ancora stato pagato. Chiamo il 191 e gli spiego la situazione. Qui apro una parentesi: questa è stata la prima di almeno un centinaio (si un centinaio, avete letto bene) di chiamate che avrei fatto nei mesi successivi. Oltre al numero che è già spropositato di per sé, immaginate bene che cosa succede quando si chiamano questi call center. "Prema uno per… prema due per… ecc. ecc." Poi devi attendere e quando finalmente parli con un operatore magari cade la linea, o te la fanno cadere loro di proposito (dice il detto che a pensar male ci si indovina, e poi ho conosciuto gente assunta con contratto temporaneo che mi ha confermato la cosa: quando non sai o non vuoi rispondere butti giù la linea, è la prassi). E così ogni volta che dovevo chiamare in realtà facevo almeno quattro o cinque telefonate, finchè non trovavo qualcuno che mi desse un briciolo di spiegazioni sul da farsi.
Dicevo: al 191 mi dicono che non c’è nessun problema, caro signor Luigi Bartali, basta mandare via fax al numero 800000191 la ricevuta del pagamento e tutto si risolverà. Faccio notare che la linea non è intestata a nessun Luigi Bartali, ma fa lo stesso, mando il fax.

Fine prima puntata, a domani la seconda puntata.

Commenti

comments

Un commento all'articolo 'Telecom Italia'

  1. 16 Ottobre 2012 alle 23:31
    alket

Scrivi un commento a "Telecom Italia"