Io non sono certo un buongustaio, spesso mangio solo xchè ho fame, non m’importa del cibo. Solo talvolta godo nel gustare qualcosa di buono. Come i ravioli di brasato che facevano al "Torino" a Voghera, come la carne che ho mangiato al "Biancospino" recentemente, come la pizza di ieri sera, che forse non era eccezionale, ma da quasi due mesi non ne mangiavo una e io, d’estate, ho una media di 3 o 4 pizze alla settimana.
Ma (quanto amo iniziare le frasi con "ma", "però", ecc. Molti professori incartapecoriti non hanno mai capito che le regole della grammatica non sono come quelle della matematica, ma variano col variare di ciò che la gente dice e scrive. Sabato sul corriere c’era l’intervista ad un professore che invece riteneva quantomeno interessante il nuovo lessico usato negli sms) dicevo… ma il massimo secondo me è una buona bottiglia di vino rosso (e magari una stanza buia, un divano, una candela e una ragazza hehehehehe) 
(X chiacchierare, cosa avete capito?)

Ieri il buon Dio mi ha ripagato dell’improvvido smarrimento della Oyster con l’apparizione mistica di Jennifer, from Australia, la nuova room mate di Sophie. Non male, solo che è sparita subito e non l’ho + rivista.
Io e Gian siamo usciti, appunto, per una pizza dalle parti di Portobello e poi… minchia mi viene il nervoso… in giro alla ricerca di un pub con un po’ di gente che non abbiamo trovato.

Stamattina, dopo la scuola, ho trovato Luca e Fabio, che davanti a una tazza di Starbucks mi hanno raccontato che in "cucina" adesso ci stanno Manolo e un tizio nuovo, di Napoli, al quale già non passa un cazzo e vorrebbe smettere.. hehe. Poi me ne son venuto a casa a mangiare e ora… boh??

Commenti

comments