(raccolta molto sparsa di pensieri)

fabiotordi

Succede in negozio

Stamattina una cliente mi ha detto: "Sono proprio belle queste giacche in pelle autenticata". Si come no, dal notaio! Voleva dire anticata.

Poi è arrivata una mamma per comprare le scarpe ai due figlioletti. Aveva visto i modelli che ho in offerta in vetrina a 15 / 20 € ma non siamo riusciti a trovare la combinazione numero giusto – piacciono al figlio – piacciono alla madre – costano pochissimo. Ogni paio di scarpe valutato non aveva una o più di queste caratteristiche. La signora voleva quelle in offerta, non quelle più care, perchè "i miei figli le usano solo x fare ginnastica a scuola, voglio spendere al massimo 20 € al paio". Va bene che vendo a prezzi spesso irrisori, ma sono tutte scarpe di marca: Nike, Adidas, New Balance, Puma, Mizuno, Lotto, Diadora, ecc. e da 20€ ho solo quelle in vetrina.
Se ne vanno, ma tornano dopo mezz’ora, dicendo che per uno dei due figli le aveva trovate nel negozio di un mio collega.
"Sono proprio contenta, anzi contentissima, le ho trovate ad un prezzaccio, veramente."
"A quanto ?"
"39 euro"
"Come ?"
"Si ma costavano più di 100, perchè non fai anche tu questi sconti di quasi il 70% ??"
"Signora, io scarpe da 39€ ne ho poche… ma perchè costano quasi tutte di meno!!!"
"Si va beh ma queste non sono scarpe da poco, sono scarpe da 100 € e oltre"

Questo per far capire la psicologia del cliente-tipo. Non sa dare un valore a ciò che acquista, quindi più spende e più è convinto di aver fatto un affare. Io ho scarpe di campionario (che quindi escono adesso nei negozi) con prezzi di listino altissimi, che vendo a 30 / 35 euro.
Capito? 30 euro da me erano troppe, 39 euro da un altro sono regalate. (Ciao Fabio, so che ogni tanto leggi il mio blog, stavolta abbiamo pareggiato: un paio le hai vedute tu e un paio io !!! hehehe.). Per la carità, ha comunque comprato un paio di belle scarpe ad un buon prezzo, ma allora non mi venga a raccontare che lei più di 20 euro non può spendere !!!!

Il lavoro darebbe più soddisfazioni se tutti i clienti si rendessero conto di ciò che stanno comprando, ma x campare bisogna vendere a tutti, anche quelli che (e sono tanti) se gli fai un prezzo troppo basso iniziano a disprezzare il prodotto oppure a dire "Allora non è originale…". Ogni ulteriore commento è superfluo.

Commenti

comments

Previous

Vacanze 2007 – 30 agosto 2007 – Argentario

Next

Vacanze 2007 – 31 agosto 2007 – Anzio

1 Comment

  1. franci

    Questi racconti sono sempre i miei preferiti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén