Ho letto L’ELEFANTE UCCIDE DI NOTTE di Giorgio Rebolini (che tra l’altro è mio cugino)

Sono tre racconti brevi, di tre generi diversi. Facilmente leggibili, mediamente intriganti. Secondo me avrebbero dovuto essere sviluppati maggiormente, talvolta gli avvenimenti si susseguono senza soluzione di continuità, come se il numero di pagine sia un vincolo formale a cui attenersi. Il primo racconto ha un bel colpo di scena, il secondo è un classico poliziesco e il terzo ha un gusto poetico e malinconico.

Commenti

comments