Questo è l’ultimo opuscolo realizzato dalla Pro Loco di Brallo.

La Faggeta – La Panoramica
Nella cartina è rappresentata la zona a Nord-Est del Passo del Brallo, praticamente un altopiano che si estende da Pregola a Colleri, sopra la strada provinciale. E’ un territorio senza dislivelli eccessivi (da 950 a 1150 m) caratterizzato da boschi, prevalentemente faggete e pinete, con numerosi sentieri e strade sterrate, un ambiente ideale per camminate nella natura. Il reticolo di sentieri permette svariate possibilità di percorsi, quindi non vengono qui evidenziati distanze e tempi. Alcuni percorsi realizzati a cura dell’ Associazione «Pietra Verde» si possono trovare sul sito www.probrallo.net al link Sentieri al Brallo. Altre indicazioni di sentieri si possono trovare sul sito «I Sentieri dell’ Oltrepò Pavese». Oltre la costa rappresentata dal Monte Lago, Colle dell’ Arpeselle, Cima della Scalette, si scende in provincia di Piacenza. Sulla cartina vengono riportati i sentieri nella valletta di Dezza e nella valle del torrente Carlone.

(clicca per ingrandire)

Le Cascate del Carlone e il Sentiero dei Lupi
Descriviamo un suggestivo percorso ad anello che ci permette di visitare le Cascate del Carlone, vicino a San Cristoforo, frazione del Comune di Bobbio. L’ escursione parte dall’incrocio della Panoramica con il sentiero per la sorgente dei Ramà. Si prende la direzione Mogliazze in discesa. Dopo poca strada si incontra sulla destra la Sorgente dei Ramà, di solito con acqua freschissima. Si continua a scendere nel bosco fino a quando il sentiero si snoda su una cresta con la valle del Carlone sulla destra. Proseguendo si incontra un sentiero che sale da Dezza, quindi un bivio ben segnalato dove si tiene la destra. Si arriva su una terrazza panoramica con vista sulle case delle Mogliazze e, più in basso, San Cristoforo. Si scende il sentiero a sinistra e poi si costeggia l’alpeggio recintato con la strada che gira a destra. Si incontra un cancello in legno con catenella che si può aprire e richiudere. Si passa di fianco al gruppo di case in sasso che è gestito dalla Società Cooperativa Agricola «Le Mogliazze». Arrivati a una fontana si scende sulla strada per San Cristoforo. Da un tornante, quasi in fondo al paese, parte il sentiero per le cascate del Carlone. Il percorso scende fino ad un bivio, a sinistra la cascata bassa, a destra la cascata alta. Se si scende alla cascata bassa, assolutamente da vedere, bisogna poi risalire e riprendere il sentiero per quella alta per portarsi sulla via del ritorno. Il sentierino verso la cascata alta scorre in alto con vista sul torrente. Si arriva ad un guado in corrispondenza di un segnavia bianco-azzurro su roccia. Si attraversa il corso d’acqua e si risale tenendo il torrente sulla destra fino allo scorcio sulla cascata alta. Si può scendere fino alla pozza, con acqua bromo-iodica. Si risale ed inizia il tratto denominato «Sentiero dei Lupi», indicato con segnavia bianco-azzurro molto evidenti. Ci si porta in quota con salita costante nella faggeta ombreggiata e poi su una bella dorsale con vegetazione mista e sentiero ampio e marcato (circa 1h e 30′ di ascesa). Si raggiunge una selletta a 1120 m., un poco più basso della Cima delle Scalette. Per completare l’anello si può scendere o girare a destra raggiungendo in entrambi i casi la carrareccia denominata «La Panoramica». Si ritorna in circa mezz’ora al punto di partenza.
Anello Cascate del Carlone – Sentiero dei Lupi Lunghezza itinerario = 10 km
Tempo = 4 ore e 30 minuti (5 ore con deviazione cascata bassa)
Dislivello (discesa e salita) = 500 mt
Difficoltà = Escursione media
Segnaletica = Frecce Bianco- Rosse verso Mogliazze Segnavia bianco-azzurra Sentiero dei Lupi

(Visto 104 volte, di cui 1 oggi)

Commenti

comments