Ho letto questo libro di Ezio Guaitamacchi: “Atlante Rock“. Ma quante ne sa quest’uomo? Un viaggio, nel vero senso della parola, nella musica e i suoi templi, le sue chiese, sinagoghe e cattedrali.

In pratica è come fosse una guida turistica, per 5/6 negli USA, ma che invece di parlare delle classiche attrazioni e località turistiche racconta dei grandi del rock che ci hanno vissuto, che ci hanno inciso dischi, o anche solo preso ispirazione, o che ci sono stati di passaggio.

E’ pazzesco scoprire quante cose, spesso completamente diverse le une dalle altre, capitate magari nella stessa zona. Artisti che hanno vissuto in edifici adiacenti, o suonato negli stessi locali.

Leggendo questo libro ti verrebbe voglia di partire per andare a Memphis in motocicletta, a Chicago a bordo di una vecchia Cadillac o a New York in taxi. Guaitamacchi è un pozzo di conoscenza: tizio ha abitato lì, proprio nella via dopo dove Caio suonava nel tal locale e Sempronio ha inciso il suo primo disco, ecc ecc.

Un bel viaggio. Purtroppo solo con la fantasia, ma va allenata anche quella.

Commenti

comments